Ci saranno zanzare anche a Natale: ecco il perché
Top

Ci saranno zanzare anche a Natale: ecco il perché

Le temperature superiori di 3,15 gradi rispetto alla media storica registrate ad ottobre, insieme al persistente trend al rialzo che caratterizza anche novembre, hanno prolungato la stagione di questi fastidiosi insetti

Ci saranno zanzare anche a Natale: ecco il perché
Preroll

globalist Modifica articolo

12 Novembre 2023 - 12.13


ATF

Il caldo eccezionale ci obbliga a confrontarci con la presenza delle zanzare persino in questi mesi autunnali. Le temperature superiori di 3,15 gradi rispetto alla media storica registrate ad ottobre, insieme al persistente trend al rialzo che caratterizza anche novembre, hanno prolungato la stagione di questi fastidiosi insetti. Si riscontra la loro presenza in molte città italiane persino in queste settimane, e c’è il rischio che la situazione perduri fino a Natale.

Questo scenario preoccupante è stato denunciato dalla Società Italiana di Medicina Ambientale, che sottolinea i potenziali pericoli per la salute pubblica.

Le uova di zanzara sopravvivono con le temperature miti

 “Le temperature ben sopra le medie stagionali hanno creato le condizioni favorevoli per un’alterazione dei cicli di vita e riproduzione di alcuni insetti – spiega il presidente di Sima, Alessandro Miani -. Il caldo anomalo infatti consente alle uova di zanzara di sopravvivere grazie a un autunno più mite e agli animali adulti di rimanere in vita, riprodursi e moltiplicarsi. Un discorso che non vale solo per le tipologie di zanzare più resistenti al freddo, come la giapponese (Aedes japonicus japonicus) o la coreana (Aedes koreicus), presenti soprattutto in alcune zone del Nord Italia, ma anche per la diffusissima zanzara comune (Culex pipiens) e la temibile zanzara tigre (Aedes albopictus). Ricordiamo che nel nostro Paese si contano circa 60 specie di zanzare, a fronte delle oltre 3mila presenti in tutto il mondo”. 

Leggi anche:  L'Ue approva la legge per ripristinare il 20% delle terre e dei mari: sconfitta la destra negazionista

I pericoli sul fronte sanitario

 “In assenza di un repentino e sensibile calo delle temperature – riprende Miani -, in alcune aree del Paese le zanzare potrebbero continuare a imperversare anche fino a Natale. Un cambiamento che comporta non solo fastidi e disagi per i cittadini, ma anche pericoli sul fronte sanitario: tra le malattie trasmesse all’uomo dalle zanzare ve ne sono alcune molto grafi, come i virus dengue (DENV), chikungunya (CHIKV) e febbre gialla (YFV). In base ai dati dell’Istituto superiore di sanità aggiornati al 6 novembre 2023, da inizio anno in Italia si contano già 306 casi di Dengue, 7 di Zika Virus, 7 di Chikungunya, 44 di infezione neuro-invasiva”. 

Native

Articoli correlati