Mosca, i terroristi dell'Isis comparsi in tribunale ma Putin continua a chiamare in causa l'Ucraina
Top

Mosca, i terroristi dell'Isis comparsi in tribunale ma Putin continua a chiamare in causa l'Ucraina

Quattro sospettati sono comparsi davanti al tribunale di Mosca accusati dell'attacco terroristico di venerdì alla sala concerti Crocus City che ha causato la morte di 137 persone.

Mosca, i terroristi dell'Isis comparsi in tribunale ma Putin continua a chiamare in causa l'Ucraina
Uno dei terroristi dalla strage di Crucos in tribunale
Preroll

globalist Modifica articolo

25 Marzo 2024 - 09.51


ATF

Quattro sospettati sono comparsi davanti al tribunale di Mosca accusati dell’attacco terroristico di venerdì alla sala concerti Crocus City che ha causato la morte di 137 persone.

Gli uomini sono stati ufficialmente identificati come cittadini del Tagikistan, ha detto l’agenzia di stampa statale Tass, e sono stati trattenuti in custodia per due mesi durante l’udienza di domenica.

La corte ha pubblicato un video che mostra gli agenti di polizia che portano in aula uno dei sospettati in manette, nonché fotografie dello stesso uomo seduto in una gabbia di vetro per gli imputati. Uno dei sospettati è stato condotto bendato in aula. Quando gli fu tolta la benda, era visibile un occhio nero. Un altro sospettato è stato portato in aula su una sedia a rotelle.

Gli uomini, identificati come Saidakrami Murodali Rachabalizoda, Dalerdzhon Barotovich Mirzoyev, Shamsidin Fariduni e Muhammadsobir Fayzov, sono accusati di “attacco terroristico commesso da un gruppo di individui che ha provocato la morte di una persona”, secondo l’agenzia di stampa Tass. Tutti e quattro si sono dichiarati colpevoli.

Leggi anche:  Europee, la 'vendetta' russa: "Macron e Scholz puniti per aver sostenuto la guerra ucraina contro Mosca"

Domenica scorsa, lo Stato Islamico aveva pubblicato nuovi filmati dell’attacco, corroborando l’affermazione del gruppo terroristico di aver ideato il massacro anche se la Russia ha cercato di attribuire la colpa all’Ucraina, cosa che Kiev nega.

L’incidente vicino a Mosca è l’assalto più mortale rivendicato dall’ISIS sul suolo europeo e l’attacco più mortale da parte di qualsiasi gruppo in Russia dall’assedio di Beslan del 2004.

Il filmato, pubblicato dall’agenzia di stampa Amaq, mostrava uomini armati che si filmavano mentre davano la caccia alle vittime nell’atrio della sala e sparavano a bruciapelo, uccidendo decine di persone. Ad un certo punto, uno degli uomini armati dice a un altro di “ucciderli e non avere pietà”.

Vladimir Putin ha detto che 11 persone sono state arrestate, compresi i quattro uomini armati. Il comitato investigativo russo ha pubblicato ieri un video che mostra i sospetti condotti, bendati, nel suo quartier generale.

Domenica la Russia ha osservato una giornata di lutto nazionale per il peggior attacco terroristico sul territorio del paese negli ultimi due decenni, mentre il numero ufficiale dei feriti è salito a 154. Le autorità russe hanno detto che si aspettano che il bilancio delle vittime aumenti con almeno una dozzina di vittime ancora in condizioni critiche.

Leggi anche:  La Russia arresta un lavoratore di una Ong francese con l'accusa di spionaggio: messaggio a Macron

Migliaia di persone hanno portato fiori e altri tributi al municipio Crocus di Krasnogorsk, fuori Mosca, mentre gli operatori di emergenza locali affermano che stanno ancora continuando a cercare chiunque possa essere rimasto ferito o morto all’interno del complesso di intrattenimento gravemente danneggiato.

Putin non ha ancora visitato il luogo della sparatoria. Il Cremlino ha pubblicato un filmato che mostra il presidente accendere una candela in una chiesa nella sua residenza fuori Mosca domenica sera per onorare i defunti.

Anche le ambasciate straniere a Mosca hanno espresso la loro solidarietà alle vittime dell’attacco terroristico. Le bandiere sono state abbassate a mezz’asta nelle ambasciate di Stati Uniti, Regno Unito e Paesi Bassi nel contesto delle forti tensioni per la guerra in Ucraina.

Gli Stati Uniti hanno affermato di aver ricevuto informazioni secondo cui il gruppo terroristico ha agito da solo. “L’Isis è l’unico responsabile di questo attacco. Non c’è stato alcun coinvolgimento ucraino”, ha detto in una nota la portavoce del Consiglio di sicurezza nazionale, Adrienne Watson.

Leggi anche:  La Russia dà il via alla seconda fase delle esercitazioni nucleari

I funzionari russi e i media statali hanno ampiamente ignorato le affermazioni dell’ISIS di essere dietro gli attacchi. Meduza, un sito web indipendente in lingua russa, ha riferito che i media russi finanziati dallo stato e filogovernativi sono stati incaricati dall’amministrazione Putin di enfatizzare possibili “tracce” del coinvolgimento ucraino nell’attacco, secondo due dipendenti dei media statali.

Olga Skabeeva, un’importante conduttrice televisiva di stato, ha affermato su Telegram che l’intelligence militare ucraina aveva reclutato aggressori “che somigliavano all’Isis. Ma questo non è l’Isis”.

Putin non ha nominato il gruppo terroristico islamico durante le sue dichiarazioni pubbliche sull’attacco, mentre accusa direttamente la “parte ucraina” di coinvolgimento. L’IS ha anche diffuso una fotografia dei presunti uomini armati prima dell’attacco. I ricercatori hanno notato che i loro vestiti corrispondono a quelli indossati da alcuni degli aggressori.

Native

Articoli correlati