Nave Msc sequestrata dall'Iran nel Golfo Persico 
Top

Nave Msc sequestrata dall'Iran nel Golfo Persico 

Iran ha sequestrato una nave portacontainer che sostiene sia «collegata» a Israele, un atto che potrebbe inasprire le tensioni nel Golfo Persico

Nave Msc sequestrata dall'Iran nel Golfo Persico 
L'Iran sequestra nave MSC legata a Zodiac Marine
Preroll

globalist Modifica articolo

13 Aprile 2024 - 17.21


ATF

Iran ha sequestrato una nave portacontainer che sostiene sia «collegata» a Israele, un atto che potrebbe inasprire le tensioni nel Golfo Persico. A bordo della Aries, di proprietà di Gortal Shipping Inc, affiliata a Zodiac Maritime, la società armatrice che fa capo all’imprenditore di origine israeliana Eyal Ofer, ci sono 25 membri dell’equipaggio, tutti asiatici, perlopiù filippini.

Il controllo della nave è stato preso dalle forze speciali marittime delle Guardie rivoluzionarie iraniane, ha reso noto l’italo-svizzera MSC. Gli iraniani si sono calati da un elicottero mentre la nave si trovava «vicino allo Stretto di Hormuz», ha riferito l’agenzia ufficiale iraniana Irna. Secondo MSC è poi stata portata nelle acque territoriali iraniane.

Questa operazione si inserisce nel contesto delle forti tensioni che hanno scosso il Medio Oriente dall’inizio della guerra in ottobre tra Israele e Hamas palestinese nella Striscia di Gaza. Decine di attacchi sono stati effettuati nel Mar Rosso e nel Golfo di Aden contro navi mercantili, interrompendo il commercio marittimo globale in quest’area strategica. Finora sono stati rivendicati dai ribelli Houthi yemeniti, che affermano di agire in solidarietà con i palestinesi.

Leggi anche:  Iran: la morte di Raisi e la partita aperta nel regime ma a decidere resta la Guida Suprema

L’Iran ha sostenuto gli Houthi ma finora non si è assunto la responsabilità del sequestro di navi nel Golfo. Le autorità iraniane non hanno indicato se questa operazione fosse collegata alla risposta annunciata da Teheran dopo l’attacco compiuto all’inizio di aprile contro il consolato iraniano a Damasco, attribuito a Israele.”

 L’agenzia britannica per la sicurezza marittima Ambrey ha sottolineato che le Guardie della Rivoluzione «avevano già utilizzato l’arrembaggio» con l’ausilio di un elicottero «quando hanno sequestrato le navi nello Stretto di Hormuz», unico punto di passaggio per le esportazioni di diversi grandi produttori del Medio Oriente.

Zodiac ha affermato che MSC è «il gestore e l’operatore commerciale della nave portacontainer MSC Aries», il cui titolo è «detenuto da Gortal Shipping Inc, affiliata a Zodiac Maritime». Il comandante della Marina della Guardia, generale Alireza Tangsiri, ha ribadito martedì in un’intervista a un giornale iraniano che l’Iran garantisce «la sicurezza dello Stretto di Hormuz» e ha minacciato che il suo Paese potrebbe chiuderlo alla navigazione.

Leggi anche:  Chi era Ebrahim Raisi: il fondamentalista nemico della modernità e delle donne iraniane

Gli attacchi marittimi degli ultimi mesi hanno fatto lievitare i costi assicurativi per le navi in transito nel Mar Rosso e hanno portato molte compagnie a preferire il passaggio molto più lungo che aggira la punta meridionale del continente africano. 

Native

Articoli correlati