Bare sulla torre Eiffel: gli 007 francesi ipotizzano una operazione di interferenza russa
Top

Bare sulla torre Eiffel: gli 007 francesi ipotizzano una operazione di interferenza russa

La polizia francese sta indagando se la collocazione di cinque bare a grandezza naturale ricoperte dal tricolore francese sulla Torre Eiffel lo scorso fine settimana sia stato un altro atto di interferenza russa.

Bare sulla torre Eiffel: gli 007 francesi ipotizzano una operazione di interferenza russa
Bare sotto la Torre Eiffel, si sospetta la mano di Putin
Preroll

globalist Modifica articolo

3 Giugno 2024 - 17.55


ATF

La polizia francese sta indagando se la collocazione di cinque bare a grandezza naturale ricoperte dal tricolore francese sulla Torre Eiffel lo scorso fine settimana sia stato un altro atto di interferenza russa.

Lunedì tre uomini sono stati formalmente indagati – l’equivalente di un’accusa – in relazione alle bare, ciascuna delle quali portava la scritta “Soldati francesi in Ucraina”.

Si ritiene che l’iscrizione sia un riferimento al presidente francese, Emmanuel Macron, che solleva la possibilità di inviare truppe occidentali in Ucraina, una proposta che Mosca ha descritto come “pericolosa”.

L’incidente fa seguito anche ai colloqui tra i ministri della Difesa francese e ucraino una settimana fa, in cui era stata avanzata la possibilità che la Francia inviasse istruttori militari in Ucraina per addestrare le proprie forze.

Gli investigatori francesi stanno indagando sui collegamenti tra uno dei sospettati e l’atto vandalico del memoriale dell’Olocausto a Parigi una settimana fa. Sul monumento sono dipinte 35 mani rosse, che onorano gli individui che salvarono gli ebrei dalla persecuzione durante l’occupazione nazista della Francia nel 1940-44.

Leggi anche:  Russia e Cina reagiscono duramente dopo la dichiarazione dei leader riuniti a Washington

Sabato, le telecamere di sicurezza hanno mostrato un furgone bianco con targa bulgara che si fermava vicino alla Torre Eiffel e due uomini che rimuovevano le bare dal veicolo.

L’autista, un cittadino bulgaro di 34 anni, è stato successivamente arrestato e ha detto alla polizia di essere stato pagato per trasportare le bare nella capitale francese. Ha detto di essere arrivato a Parigi dalla Bulgaria la sera prima e di aver incontrato gli altri due sospettati – un tedesco e un ucraino – che si erano recati in Francia separatamente. Successivamente sono stati arrestati al terminal degli autobus di Parigi mentre stavano per salire su un autobus per Berlino.

Tutti e tre hanno affermato di essere stati pagati per depositare le bare e di aver bisogno di soldi poiché erano disoccupati. L’autista e il tedesco sono stati anche oggetto di un ordine di espulsione dalla Francia, ha riferito Le Parisien.

Il giornale afferma che fonti della polizia hanno confermato che uno degli uomini coinvolti nell’incidente di sabato era stato indagato in relazione ai graffiti con le mani rosse.

Leggi anche:  Il Cremlino dice che la scelta di andare alle Olimpiadi di Parigi sarà presa individualmente da ogni atleta russo

La settimana scorsa, gli investigatori hanno affermato di aver identificato tre sospetti di vandalismo commemorativo che si erano recati a Parigi dalla Bulgaria. Stanno anche esaminando se ci fosse un collegamento con un incidente dello scorso ottobre quando una coppia moldava, arrestata dopo che 250 stelle di David erano state stampate su diversi muri della capitale francese, disse alla polizia che erano stati incaricati da un ex politico filo-russo di il loro paese d’origine.

Una nota del servizio di intelligence nazionale francese, la DGSE, suggeriva che l’operazione fosse stata coordinata dall’agenzia di intelligence russa FSB.

Native

Articoli correlati