Vigilanza Rai, Floridia (M5s) verso la presidenza: ma il Terzo Polo spinge per la Boschi
Top

Vigilanza Rai, Floridia (M5s) verso la presidenza: ma il Terzo Polo spinge per la Boschi

 Si sta facendo argo l'ipotesi che la guida della Vigilanza possa andare a Barbara Floridia, attuale capogruppo del M5S in Senato. Il Pd ha avuto il Copasir e il Terzo Polo protesta

Vigilanza Rai, Floridia (M5s) verso la presidenza: ma il Terzo Polo spinge per la Boschi
Barbara Floridia del M5s
Preroll

globalist Modifica articolo

22 Marzo 2023 - 16.42


ATF

Commissioni di garanzia, a chi darle? Il Pd con l’ex ministro della Difesa Guerini ha avuto il Copasir, ossia il comitato parlamentare sui servizi segreti e ora la Vigilanza Rai potrebbe andare a M5s.

 Si sta facendo argo l’ipotesi che la guida della commissione possa andare a Barbara Floridia, attuale capogruppo del M5S in Senato. 

La presidenza della bicamerale spetta per prassi all’opposizione e, dopo l’elezione del dem Lorenzo Guerini al Copasir, dovrebbe andare ai cinque stelle. Questi ultimi nelle scorse settimane avevano puntato sul nome del vicepresidente M5S Riccardo Ricciardi, considerato però divisivo da parte delle forze di maggioranza che dovrebbero votare il nome indicato dall’opposizione.

 Nei giorni scorsi era spuntato anche il nome di Chiara Appendino, che però non figura tra i componenti della commissione.

 Il Movimento sarebbe quindi orientato a proporre un altro dei suoi membri già designati, ovvero la stessa Floridia, in modo da evitare un cambio in corsa. Il Pd, che non ha mai messo in discussione la presidenza al M5S, non avrebbe obiezioni sul nome di Floridia, su cui non si registrano particolari veti da parte della maggioranza, neanche da Forza Italia che invece considerava «insostenibile» la candidatura di Ricciardi. 

Leggi anche:  Autonomia e Premierato, Barbara Floridia (M5s): "La destra prepara il terreno per una nuova dittatura"

Dal terzo polo però avvertono che «la partita non è chiusa» e continuano a sostenere la loro candidata Maria Elena Boschi.

 Non sono ancora pervenute convocazioni della commissione, neppure non ufficiali, ma la sensazione che si registra tra le fonti interpellate è che la situazione possa sbloccarsi la settimana prossima. Nel caso in cui dovesse concretizzarsi l’elezione di Floridia, il M5S designerebbe un nuovo capogruppo a palazzo Madama.

Native

Articoli correlati