Bologna, polizia violenta: ancora cariche sugli studenti
Top

Bologna, polizia violenta: ancora cariche sugli studenti

La polizia carica gli attivisti dei centri sociali che protestano contro i tornelli installati all'ingresso della biblioteca di Discipline umanistiche. Fermati 4 giovani.

La polizia carica gli studenti a Bologna
La polizia carica gli studenti a Bologna
Preroll

globalist Modifica articolo

10 Febbraio 2017 - 18.31


ATF

Ancora cariche della polizia contro gli studenti nella cittadella universitaria di Bologna. La manifestazione dei collettivi per protestare contro i tornelli alla biblioteca di Lettere è entrata a contatto con le forze dell’ordine in via Zamboni, all’altezza del civico 32. Il gruppo – 300/400 persone – avanzava verso il rettorato, quando il cordone della polizia in assetto antisommossa ha caricato, per alcuni oggetti lanciati dai manifestanti. Fino a quel momento il corteo era sfilato per le vie del centro storico, dopo essere partito da piazza Verdi.

Il corteo per le vie del entro è durato circa un’ora. Proprio davanti alla sede del rettorato in via Zamboni è avvenuta la carica. Gli agenti hanno arrestato quattro giovani.

Dopo la carica, mentre un gruppo di ragazzi si è seduto sulla strada cantando delle canzoni, il grosso della manifestazione si è allontanato e si sta dirigendo in corteo nei vicoli circostanti, a passo veloce. Molti i cori contro il rettore e contro la polizia: in via San Vitale è stato anche allontanato dai manifestanti un agente in borghese con la telecamera in mano.

Leggi anche:  Violenta una donna a cui aveva offerto soldi, arrestato un 25enne tunisino: era passato per l'hotspot di Porto Empedocle

“36 Libero. Ubertini e coccia fuori da Bologna”, è invece il cartello in cima al corteo utilizzato dagli antagonisti per tentare di affrontare gli agenti di polizia. Durante il parapiglia sono stati lanciati tre grossi petardi, sono volate bottiglie di vetro, è stato divelto qualche bidone della spazzatura in zona universitaria. Alla manifestazione partecipa circa un migliaio di persone.

 

 

Native

Articoli correlati