Omofobia, ragazzo aggredito a Napoli: sputi, insulti e cicche di sigarette lanciate contro di lui
Top

Omofobia, ragazzo aggredito a Napoli: sputi, insulti e cicche di sigarette lanciate contro di lui

L'episodio si è verificato venerdì scorso, intorno alle 19, a Scampia, nella periferia di Napoli. "Sono determinato a portare avanti una denuncia contro di loro," ha aggiunto il giovane di 23 anni.

Omofobia, ragazzo aggredito a Napoli: sputi, insulti e cicche di sigarette lanciate contro di lui
Preroll

globalist Modifica articolo

1 Aprile 2024 - 10.44


ATF

“Insulti, sputi e cicche di sigarette spente lanciati contro di me a causa della mia sessualità.” Queste sono le parole di Simone, un giovane di 23 anni che ha subito un attacco omofobico.

“Due individui su uno scooter mi hanno circondato, facendomi vivere 20 lunghi minuti di puro terrore,” ha raccontato a “Radio Pride”.

L’episodio si è verificato venerdì scorso, intorno alle 19, a Scampia, nella periferia di Napoli. “Sono determinato a portare avanti una denuncia contro di loro,” ha aggiunto il giovane di 23 anni.

“Non accetto più questo stato di cose”, dice Simone, spiegando che non è la prima volta che viene aggredito solo perché gay. Tuttavia, “finora ero stato vittima di meri insulti verbali. Questa volta si è trattato di una cosa ben diversa. Ma non voglio nascondermi, io li denuncio”.

“Mi hanno chiamato ‘ricchio’, poi sono iniziati gli sputi e le cicche di sigarette spente addosso“. Dopo venti minuti, il 23enne ha iniziato a filmarli con il cellulare: “Ho detto loro che li avrei filmati, così avrebbero passato guai seri con la giustizia”.

Leggi anche:  In Bielorussia, l'omosessualità paragonata alle peggiori perversioni da punire con il carcere duro
Native

Articoli correlati