Pescatori liberati, Salvini privato della propaganda, ci resta male
Top

Pescatori liberati, Salvini privato della propaganda, ci resta male

Il capo della Lega aveva speculato politicamente sul sequestro. E adesso critica l’annuncio del rilascio

Salvini
Salvini
Preroll

globalist Modifica articolo

17 Dicembre 2020 - 13.32


ATF

Ve lo ricordate quando da ministro dell’Interno dava notizia di operazioni ancora in corso per attribuirsi meriti non suoi mettendole a rischio? Ecco che dice oggi: “Questa operazione non è stata portata avanti da parte politica, ma da servizi di 007 che vigilano sulla sicurezza del paese”. Si è pronunciato così intervenendo in Aula, al Senato, dove si discutono le modifiche ai dl sicurezza, interviene sul tema del possibile imminente rilascio dei pescatori siciliani detenuti in Libia.
Poi il leader della Lega spiega come “questo tipo di operazioni si annunciano a pescatori rientrati in Italia”. Il leghista, perde la pazienza per i brusii in Aula, e rivolto ai contestatori, ai banchi della maggioranza, invita “chi non è interessato può pure uscire dall’Aula”.

Una stoccata va poi alla comunicazione sul tema della ‘pubblicità’ del viaggio di Conte e Di Maio, in volo per Bengasi: “Non vorrei e spero di essere smentito, ma l’operazione a cui lavora da settimane la nostra intelligence, possa venir rovinata dalla smania di comunicazione, da Rocco Casalino”

Leggi anche:  La Lega sempre più in basso: Bella Ciao è peggio della X Mas
Native

Articoli correlati