L'Oms definisce gli operatori dell’ospedale al-Shifa "eroi" in una "zona della morte"
Top

L'Oms definisce gli operatori dell’ospedale al-Shifa "eroi" in una "zona della morte"

L’Organizzazione Mondiale della Sanità che domenica ha condotto una seconda visita all’ospedale di al-Shifa, ha elogiato il personale sanitario che lavora nel più grande ospedale di Gaza, che l’Oms ha dichiarato “zona di morte”.

L'Oms definisce gli operatori dell’ospedale al-Shifa "eroi" in una "zona della morte"
Personale dell'Oms all'ospedale al-Shifa di Gaza
Preroll

globalist Modifica articolo

19 Novembre 2023 - 19.27


ATF

L’OMS ha definito gli operatori sanitari dell’ospedale di al-Shifa “eroi” in una “zona della morte”

L’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), che domenica ha condotto una seconda visita di valutazione all’ospedale di al-Shifa, ha elogiato il personale sanitario che lavora nel più grande ospedale di Gaza, che l’OMS ha dichiarato “zona di morte”.

Rivolgendosi a diversi operatori sanitari, un membro dell’equipaggio di valutazione dell’OMS ha dichiarato:

Sono assolutamente onorato dal lavoro vostro e dei vostri team, dagli sforzi eroici che avete compiuto… L’organizzazione che rappresento è immensamente orgogliosa di definirci professionisti sanitari, di guardare il lavoro che avete svolto, di guardare il Il lavoro che continuate a svolgere nelle condizioni in cui continuate a fornire la migliore assistenza possibile ai vostri pazienti e alle loro famiglie è a dir poco eroico.

Oggi, l’OMS ha aiutato a evacuare 31 bambini “molto malati”, insieme a sei operatori sanitari e 10 familiari dell’ospedale, ha annunciato il capo dell’OMS Tedros Ghebreyesus.

I bambini sono stati portati all’ospedale di maternità al-Helal al-Emirati dove “ricevono cure urgenti nel reparto di terapia intensiva neonatale”, ha detto Ghebreyesus.

Più di 13.000 palestinesi sono stati uccisi dagli attacchi aerei israeliani a Gaza nelle ultime sei settimane, ha annunciato domenica il ministero della Sanità di Gaza. Dei 13.000 uccisi, 5.500 sono bambini e 3.500 sono donne.

Inoltre, dal 7 ottobre, 30.000 palestinesi sono stati feriti dagli attacchi aerei israeliani, ha affermato il ministero.

Native

Articoli correlati