Derby della Capitale, nessuna squalifica per Mancini: ecco la decisione sui cori razzisti delle due tifoserie
Top

Derby della Capitale, nessuna squalifica per Mancini: ecco la decisione sui cori razzisti delle due tifoserie

Il giudice sportivo Gerardo Mastandrea ha chiesto un supplemento di indagine in merito ai cori di discriminazione razziale e religiosa intonati dalle tifoserie delle società Roma e Lazio sia prima che durante il derby.

Derby della Capitale, nessuna squalifica per Mancini: ecco la decisione sui cori razzisti delle due tifoserie
Lo scontro tra Guendouzi e Dybala nell'ultimo derby
Preroll

globalist Modifica articolo

9 Aprile 2024 - 16.39


ATF

Lo strascico del derby romano si protrae anche dopo le decisioni del giudice sportivo Gerardo Mastandrea, che ha chiesto un supplemento di indagine in merito ai cori di discriminazione razziale e religiosa intonati dalle tifoserie delle società Roma e Lazio sia prima che durante il derby di sabato scorso, ricordando che «non hanno comportato annuncio sonoro o interruzione della gara». 

Letta la relazione pervenuta dalla Procura Federale; con riferimento riportati dettagliatamente nel medesimo rapporto della Procura Federale a partire dalle ore 16.44 del giorno della gara, assumono rilevanza, per dimensione e percezione segnalate dai rappresentanti della stessa Procura, tre episodi: cori tifoseria Lazio («Curva nord centrale») di discriminazione razziale il romanista Lukaku (1° e 28° min. primo tempo e 51° min. secondo tempo); coro tifoseria Lazio («Curva nord – Distinti nord ovest+est») di discriminazione razziale (di matrice religiosa) verso tifoseria avversaria (35° primo tempo); coro tifoseria Roma («Curva sud centrale e laterale») di discriminazione razziale verso il laziale Guendouzi (22° secondo tempo). 

Leggi anche:  Atalanta-Juventus, alle 21 da Roma la finale di Coppa Italia: come vederla in streaming gratis e probabili formazioni

Per quanto riguarda l’episodio della bandiera della Lazio con un ratto al centro sventolata da Gianluca Mancini a fine gara, il giudice sportivo ha deciso di comminare solo una multa di 5.000 euro al giocatore giallorosso.

Adx

Native

Articoli correlati