Con guerre e odio nel mondo si è persa la visione del futuro possibile
Top

Con guerre e odio nel mondo si è persa la visione del futuro possibile

L’ordine mondiale è imploso. E presto ci confronteremo con elezioni nazionali di estrema importanza che potranno cambiare il panorama globale. «Il mondo si sta sgretolando», ha scritto Francesco.

Con guerre e odio nel mondo si è persa la visione del futuro possibile
Preroll

padre Antonio Spadaro Modifica articolo

28 Gennaio 2024 - 13.16


ATF

Il sottosegretario del Dicastero Vaticano per la Cultura e l’Educazione collabora con Radio 1 per «La finestra su San Pietro», rubrica settimanale di informazione religiosa, in onda ogni domenica a partire dalle 10.55 fino all’Angelus del Pontefice.

di padre Antonio Spadaro

Quanti sono i conflitti in corso oggi nel mondo?

Attualmente pare siano circa 60 quelli armati attivi tra Stati, di cui otto hanno raggiunto il livello di guerra.

Di molti non sentiamo neanche parlare. Ad esempio quelli nel continente africano. Sotto i nostri occhi ogni giorno abbiamo notizie dal Medio Oriente – Israele e Palestina – e dalla martoriata Ucraina. Papa Francesco ha provato di recente a delineare un atlante dei conflitti in un suo discorso agli Ambasciatori presso la Santa Sede. E ha constatato che i conflitti vanno «incancrenendosi». 

Dopo la Seconda Guerra Mondiale ci siamo illusi di aver conquistato la pace. E invece era solamente una «tregua». Oggi il peggio del Novecento sta tornando.

La tragedia è che ancora si crede che le guerre possano risolvere i problemi. Oltre che un tragico errore, questa è una illusione che non lascia indenni neanche le democrazie.

E invece le guerre compromettono il futuro. Anzi, come stiamo vedendo, coinvolgono persino i bambini che sono il futuro. Non sono privati solamente di affetti e sogni, ma anche della loro stessa vita. Sono almeno 500 quelli uccisi in Ucraina e oltre 5.000 a Gaza. È in corso nel mondo una strage degli innocenti.

E la cosa davvero inquietante è che questi conflitti sono privi di strategia e non sono orientati a un futuro realistico. Quale sarebbe, in definitiva, l’idea di futuro dietro al conflitto in Ucraina? Quale la strategia vincente dei terroristi di Hamas per un futuro stabile per la popolazione palestinese? Quale la prospettiva per un futuro davvero sicuro e pacifico dello Stato di Israele? Sembra che oggi si riesca solamente a mettere solide basi per un odio stabile tra popoli. Questo è il vero nodo: nel mondo si è persa la visione del futuro possibile.

L’ordine mondiale è imploso. E presto ci confronteremo con elezioni nazionali di estrema importanza che potranno cambiare il panorama globale. «Il mondo si sta sgretolando», ha scritto Francesco. E la sua voce è rimasta l’unica di un leader morale globale che lotta per il futuro. 

Native

Articoli correlati