Meloni esalta i fascio-franchisti di Vox in un lugubre intervento
Top

Meloni esalta i fascio-franchisti di Vox in un lugubre intervento

Giorgia Meloni è intervenuta a sorpresa a un comizio di Santiago Abascal, leader di Vox e candidato alle elezioni in Spagna del 23 luglio

Meloni esalta i fascio-franchisti di Vox in un lugubre intervento
Abascal e Giorgia Meloni
Preroll

globalist Modifica articolo

14 Luglio 2023 - 08.57


ATF

Un discorso reazionario da parte della premier di estrema destra che ha dichiarato guerra ai poveri, favorisce la precarietà, gli evasori fiscali, ha come ministra un personaggio come Daniela Santanché che vive nel lusso mentre lascia i dipendenti a secco e ha posizioni sostanzialmente negazioniste sul clima, scimmiottando le ricette terribili di Bolsonaro e Trump.

Così l’ex missina Giorgia Meloni è intervenuta a sorpresa a un comizio di Santiago Abascal, leader di Vox e candidato alle elezioni in Spagna del 23 luglio.

“Buonasera patrioti – ha esordito il premier -. Sono molto contenta di contribuire con il mio messaggio alla campagna elettorale e ribadire il grande legame che unisce Fratelli d’Italia e Vox. Mancano 10 giorni per una data decisiva per il futuro della vostra storia, perché i patrioti arrivino al governo in Spagna”:

“Risultato elezioni porterà cambio politica in Ue”

 “Sono convinta che il risultato del 23 luglio in Spagna può contribuire a segnare un cambio di passo anche nella politica dell’Europa – ha detto ancora la Meloni -. La vittoria di Fratelli d’Italia e del centrodestra italiano è stata vissuta come un momento di speranza per tutti i conservatori europei, perché governando si può dimostrare, con i fatti, la falsa narrativa che è stata fatta contro i partiti conservatori e aprire gli occhi a molte altre persone. In Italia stiamo difendendo gli interessi degli italiani e sono sicura che dal 23 di luglio, lo stesso si potrà fare in Spagna con un governo di patrioti con Vox”.

Leggi anche:  Cirino Pomicino contro Meloni: "Chi toglie libertà al Parlamento prima o poi la toglierà anche al paese"

“La sinistra europea non difende i deboli, noi sì”

 “Gli spagnoli sono un gran popolo e sapranno riconoscere chi vale sul serio – ha proseguito la Meloni -. La sinistra europea e internazionale non può difendere i deboli e i lavoratori, noi sì, perché diciamo la verità. In Italia abbiamo una pressione migratoria molto forte. Ci vorrà tempo ma sono sicura che la nostra ricetta è quella giusta.

“Difendiamo la natura ma anche l’uomo”

 Nel corso del collegamento, il premier ha quindi proseguito: “Chi ci vuole condannare non ama la natura: basta con il fondamentalismo. Vogliamo difendere la natura, con al suo interno l’uomo. La sostenibilità ecologica deve andare di pari passo con quella economica. L’Europa torni a essere consapevole del suo ruolo, si occupi dei grandi temi, in stretta collaborazione con gli stati nazionali”.

Abascal a Meloni: “Speriamo di essere presto con te in Ue”

 Al termine dell’intervento di Giorgia Meloni ha preso la parola il leader di Vox Santiago Abascal che si è rivolto così al premier italiano: “Speriamo di essere presto con te nelle istituzioni europee per difendere un’Europa unita e rispettosa degli Stati nazionali. Ti auguriamo ogni successo nella difesa di un’Italia sovrana, prospera e libera”.

Native

Articoli correlati