Attacco terroristico a Crocus: il testo integrale del discorso di Putin ai russi
Top

Attacco terroristico a Crocus: il testo integrale del discorso di Putin ai russi

Il presidente russo Vladimir Putin si è rivolto ai cittadini in relazione all'attacco terroristico nel municipio di Crocus. Il testo completo del suo discorso.

Attacco terroristico a Crocus: il testo integrale del discorso di Putin ai russi
Vladimir Putin
Preroll

globalist Modifica articolo

23 Marzo 2024 - 15.05


ATF

Il presidente russo Vladimir Putin si è rivolto ai cittadini in relazione all’attacco terroristico nel municipio di Crocus. Il testo completo del suo discorso.

Cari cittadini russi!

Vi scrivo in relazione a un atto terroristico sanguinoso e barbaro, le cui vittime sono state dozzine di persone pacifiche e innocenti: nostri compatrioti, inclusi bambini, adolescenti e donne. I medici ora combattono per la vita delle vittime, quelle che versano in gravi condizioni. Sono sicuro che faranno tutto il possibile e anche l’impossibile per preservare la vita e la salute di tutti i feriti. Parole speciali di gratitudine agli equipaggi delle ambulanze e delle eliambulanze, ai soldati delle forze speciali, ai vigili del fuoco, ai soccorritori che hanno fatto di tutto per salvare la vita delle persone, tirarle fuori dal fuoco, dall’epicentro del fuoco e del fumo ed evitare perdite ancora maggiori.

Non posso ignorare l’aiuto dei comuni cittadini che, nei primi minuti dopo la tragedia, non sono rimasti indifferenti e indifferenti e, insieme a medici e agenti di sicurezza, hanno fornito i primi soccorsi e consegnato le vittime agli ospedali.

Leggi anche:  Europee: la Ue denuncia che con l'avvicinarsi del voto cresce la disinformazione putiniana


Forniremo l’assistenza necessaria a tutte le famiglie le cui vite hanno subito terribili disgrazie, ai feriti e ai feriti. Esprimo le mie più sentite e sincere condoglianze a tutti coloro che hanno perso i loro cari. Tutto il Paese, tutto il nostro popolo, piange con te. Dichiaro il 24 marzo giorno di lutto nazionale.

A Mosca e nella regione di Mosca, in tutte le regioni del Paese, sono state introdotte ulteriori misure antiterrorismo e antisabotaggio. La cosa più importante ora è impedire che coloro che sono dietro questo bagno di sangue commettano un nuovo crimine.

Per quanto riguarda l’indagine su questo reato e gli esiti delle azioni investigative operative, allo stato attuale si può dire quanto segue. Tutti e quattro gli autori diretti dell’attacco terroristico, tutti coloro che hanno sparato e ucciso persone, sono stati trovati e arrestati. Hanno cercato di nascondersi e si sono diretti verso l’Ucraina, dove, secondo i dati preliminari, sul lato ucraino è stata preparata una finestra per attraversare il confine di stato. Sono state arrestate in totale 11 persone. Il Servizio di sicurezza federale russo e altre forze dell’ordine stanno lavorando per identificare e scoprire l’intera base complice dei terroristi: coloro che hanno fornito loro il trasporto, hanno delineato le vie di fuga dalla scena del crimine, hanno preparato depositi, depositi di armi e munizioni.

Leggi anche:  Ucraina: il Cremlino ritiene 'inutile' il vertice di pace convocato in Svizzera

Ripeto, gli organi investigativi e le forze dell’ordine faranno di tutto per stabilire tutti i dettagli del delitto. Ma è già evidente che ci troviamo di fronte non solo ad un attacco terroristico attentamente pianificato e cinicamente, ma ad un omicidio di massa preparato e organizzato di persone pacifiche e indifese. I criminali hanno deciso con calma e determinazione di uccidere, di sparare a bruciapelo sui nostri cittadini, sui nostri figli. Proprio come un tempo i nazisti compivano massacri nei territori occupati, così decisero di inscenare un’esecuzione spettacolo, un sanguinoso atto di intimidazione.

Tutti gli autori, gli organizzatori e i clienti di questo crimine subiranno una punizione giusta e inevitabile. Chiunque siano, chiunque li guidi. Ripeto, identificheremo e puniremo tutti coloro che stanno dietro i terroristi, che hanno preparato questa atrocità, questo attacco alla Russia, al nostro popolo. Sappiamo qual è la minaccia del terrorismo. Contiamo qui sull’interazione con tutti gli Stati che condividono sinceramente il nostro dolore e sono pronti a unire realmente le forze nella lotta contro un nemico comune: il terrorismo internazionale con tutte le sue manifestazioni.

Leggi anche:  Grida "No alla guerra!" sulla Piazza Rossa: arrestato poi portato in manicomio

I terroristi, gli assassini e gli esseri non umani che non hanno e non possono avere una nazionalità devono affrontare un destino poco invidiabile: la punizione e l’oblio. Non hanno futuro. Il nostro dovere comune adesso: i nostri compagni al fronte, tutti cittadini del Paese, è stare insieme in un’unica formazione. Credo che sarà così.

Perché niente e nessuno può scuotere la nostra unità e volontà. La nostra determinazione e coraggio, la forza del popolo russo unito. Nessuno potrà seminare semi velenosi di discordia, panico e discordia nella nostra società multietnica.

La Russia ha ripetutamente attraversato prove difficili, a volte insopportabili, ma è diventata ancora più forte. Sarà così anche adesso

Native

Articoli correlati