Putin: i paesi Ue divisi sulla partecipazione all'insediamento del quinto mandato dello Zar
Top

Putin: i paesi Ue divisi sulla partecipazione all'insediamento del quinto mandato dello Zar

 I paesi membri dell'Unione europea (UE) hanno ricevuto l'invito all'insediamento del presidente russo Vladimir Putin, ma non hanno ancora preso una decisione definitiva sulla partecipazione all'evento

Putin: i paesi Ue divisi sulla partecipazione all'insediamento del quinto mandato dello Zar
Preroll

globalist Modifica articolo

6 Maggio 2024 - 15.39


ATF

 I paesi membri dell’Unione europea (UE) hanno ricevuto l’invito all’insediamento del presidente russo Vladimir Putin, ma non hanno ancora preso una decisione definitiva sulla partecipazione all’evento, ha riferito il portavoce del Servizio europeo Azione esterna, Peter Stano.

“Posso confermare che gli inviti sono stati spediti alle rappresentanze dei paesi dell’UE e alle nostre a Mosca. Stiamo attualmente discutendo la questione con i membri dell’UE per avere un approccio quanto più coordinato possibile. La decisione finale non è stata presa ma posso anticipare che il capo della diplomazia europea Josep Borrell è contrario alla partecipazione a questo evento”, ha detto Stano alla stampa.

L’insediamento del leader russo è previsto per domani 7 maggio. Putin ha ottenuto il suo quinto mandato presidenziale con l’87,28% dei consensi nelle elezioni dello scorso marzo.

Ambasciatore Francia sarà all’inaugurazione di Putin

La Francia sarà rappresentata dal suo ambasciatore all’inaugurazione di Putin. Lo riporta il Kyiv Independent citando la Reuters, che avrebbe avuto la conferma da una fonte diplomatica francese.

Leggi anche:  Vladimir Putin e Kim Jong-un hanno firmato un patto di partenariato strategico globale




Germania non parteciperà a cerimonia per Putin a Mosca

La Germania non parteciperà alla cerimonia di inaugurazione del nuovo mandato del presidente russo Vladimir Putin, in programma a Mosca. «Non saremo rappresentati», ha detto un portavoce del ministero degli Esteri tedesco a Berlino, aggiungendo che questo vale sia per il governo che per l’ambasciatore.

La portavoce del governo Christiane Hoffmann ha criticato ancora una volta le recenti elezioni presidenziali in Russia, sottolineando che non possono essere riconosciute come legale in quanto non hanno rispettato gli standard democratici.

Native

Articoli correlati