La Ue dice che la Russia è economicamente cresciuta solo perché si è trasformata in un'economia di guerra
Top

La Ue dice che la Russia è economicamente cresciuta solo perché si è trasformata in un'economia di guerra

Lo dice il portavoce dell'Ue per gli Affari Esteri Peter Stano, a Bruxelles durante il briefing con la stampa. Secondo la Banca Mondiale, l'economia russa dovrebbe crescere quest'anno del 2,2%, mentre l'Eurozona lo 0,8

La Ue dice che la Russia è economicamente cresciuta solo perché si è trasformata in un'economia di guerra
Preroll

globalist Modifica articolo

8 Maggio 2024 - 16.05


ATF

La Russia avrà nel 2024 una crescita economica probabilmente superiore a quella della zona euro semplicemente perché si è trasformata in una «economia di guerra».

Lo dice il portavoce dell’Ue per gli Affari Esteri Peter Stano, a Bruxelles durante il briefing con la stampa. Secondo la Banca Mondiale, l’economia russa dovrebbe crescere quest’anno del 2,2%, mentre l’Eurozona, secondo le previsioni d’inverno della Commissione, dovrebbe registrare una crescita dello 0,8% (la stima potrebbe essere rivista la settimana prossima).

Per il portavoce, «nessuno dei numeri che escono dalla Russia in termini di indicatori economici può essere affidabile», dato che «lo Stato e il regime controllano strettamente qualsiasi tipo di informazione che esce e le manipolano. La seconda cosa è molto ovvia: dai dati disponibili e che non vengono necessariamente dal Cremlino, l’economia russa è effettivamente passata completamente all’economia di guerra. Quindi, qualunque crescita ci sia, qualunque sia l’investimento, si concentra sull’industria bellica o sull’industria della difesa, a scapito dei servizi vitali per le persone e a scapito della modernizzazione dell’economia». Secondo l’Ue, «l’economia russa ha molti problemi strutturali».

Leggi anche:  Lavrov conferma una trattativa tra Russia e Usa per le liberazione di Gershkovich, accusato di spionaggio

Lo scopo delle sanzioni europee, precisa Stano, «non è paralizzare l’economia russa; lo scopo delle sanzioni dell’Ue è rendere più complicato per Putin avanzare e mantenere la sua aggressione contro l’Ucraina. Sebbene le sanzioni mostrino la loro piena efficacia solo a medio e lungo termine, possiamo già dire che in realtà stanno funzionando, perché Putin non ha raggiunto nessuno degli obiettivi con cui ha iniziato questa aggressione illegale contro l’Ucraina».

Le sanzioni, «insieme ad altri strumenti e mezzi che stiamo utilizzando, stanno mettendo a dura prova l’economia russa, che ha già perso molto. Ha perso la possibilità di modernizzarsi: l’economia del Paese in realtà si concentra solo sul sostegno agli sforzi bellici, a scapito dei servizi essenziali per i cittadini della Russia», conclude.

Native

Articoli correlati