A Gaza il caldo torrido aggrava crisi sanitaria per la mancanza di acqua pulita, cibo e forniture mediche
Top

A Gaza il caldo torrido aggrava crisi sanitaria per la mancanza di acqua pulita, cibo e forniture mediche

L’Organizzazione Mondiale della Sanità avverte che il caldo torrido nella Striscia potrebbe esacerbare i problemi di salute dei palestinesi sfollati a causa della guerra di Israele a Gaza.

A Gaza il caldo torrido aggrava crisi sanitaria per la mancanza di acqua pulita, cibo e forniture mediche
Gaza
Preroll

globalist Modifica articolo

21 Giugno 2024 - 15.15


ATF

L’Organizzazione Mondiale della Sanità avverte che il caldo torrido nella Striscia potrebbe esacerbare i problemi di salute dei palestinesi sfollati a causa della guerra di Israele a Gaza.

Il Programma alimentare mondiale ha avvertito che a Gaza si profila una grave crisi sanitaria pubblica a causa della mancanza di acqua pulita, cibo e forniture mediche.

“Abbiamo assistito a massicci sfollamenti nelle ultime settimane e mesi, e sappiamo che la combinazione e il caldo possono causare un aumento delle malattie”, ha affermato Richard Peeperkorn, rappresentante dell’OMS per Gaza e Cisgiordania.

“L’acqua è contaminata a causa dell’acqua calda e il cibo si deteriorerà molto di più a causa dell’alta temperatura. Avremo zanzare e mosche insetti, disidratazione, colpi di calore”.

Il caldo estremo ha ucciso centinaia di persone in tutto il mondo con l’inizio dell’estate nell’emisfero settentrionale.

Peeperkorn ha detto che a Gaza, a causa delle scarse condizioni idriche e igienico-sanitarie, il numero di casi di diarrea è stato 25 volte superiore al normale.

Secondo l’OMS, l’acqua contaminata e le scarse condizioni igienico-sanitarie sono collegate a malattie come il colera, la diarrea, la dissenteria e l’epatite A.

Leggi anche:  Israele bombarda con aerei e elicotteri Gaza da nord a sud: altre decine di morti tra cui bambini

L’OMS non è stata in grado di effettuare evacuazioni mediche da Gaza dalla chiusura del valico di Rafah all’inizio di maggio.

Peeperkorn ha affermato che circa 10.000 pazienti necessitano ancora di evacuazione medica da Gaza, metà dei quali soffrono di disturbi legati alla guerra.

Native

Articoli correlati