Netanyahu costretto ad accettare (ma con riserva) il piano di Biden per porre fine alla guerra di Gaza
Top

Netanyahu costretto ad accettare (ma con riserva) il piano di Biden per porre fine alla guerra di Gaza

Un assistente del primo ministro Benjamin Netanyahu ha confermato domenica che Israele ha accettato un accordo quadro per porre fine alla guerra di Gaza ora avanzato dal presidente degli Stati Uniti Joe Bide

Netanyahu costretto ad accettare (ma con riserva) il piano di Biden per porre fine alla guerra di Gaza
Benjamin Netanyahu
Preroll

globalist Modifica articolo

2 Giugno 2024 - 14.01


ATF

Un assistente del primo ministro Benjamin Netanyahu ha confermato domenica che Israele ha accettato un accordo quadro per porre fine alla guerra di Gaza ora avanzato dal presidente degli Stati Uniti Joe Biden, anche se lo ha descritto come imperfetto e bisognoso di molto più lavoro.

In un’intervista al Sunday Times, Ophir Falk, capo consigliere di Netanyahu per la politica estera, ha affermato che la proposta di Biden è “un accordo su cui abbiamo concordato… non è un buon accordo ma vogliamo ardentemente che gli ostaggi vengano rilasciati, tutti quanti”.

“Ci sono molti dettagli da definire”, ha detto, aggiungendo che le condizioni israeliane, compreso “il rilascio degli ostaggi e la distruzione di Hamas in quanto organizzazione terroristica genocida” non sono cambiate.

Biden, il cui iniziale sostegno all’offensiva israeliana ha lasciato il posto a un’aperta censura per l’alto numero di vittime civili dell’operazione, venerdì ha mandato in onda quello che ha descritto come un piano in tre fasi presentato dal governo Netanyahu per porre fine alla guerra.

Leggi anche:  Israele, così è fallita la "Procedura Annibale"
Native

Articoli correlati