Export di armi, Bonelli denuncia: "L'Italia guadagna più di tutti con le guerre in corso, è una vergogna"
Top

Export di armi, Bonelli denuncia: "L'Italia guadagna più di tutti con le guerre in corso, è una vergogna"

Angelo Bonelli (Avs): "L’Italia è il paese che sta guadagnando di più dalle guerre in corso, infatti ha aumentato più' di ogni altro paese le sue esportazioni di armi: 86% tra il 2019 e il 2023".

Export di armi, Bonelli denuncia: "L'Italia guadagna più di tutti con le guerre in corso, è una vergogna"
Angelo Bonelli
Preroll

globalist Modifica articolo

11 Marzo 2024 - 14.35


ATF

Se c’è qualcuno che guadagna dalle guerre, senza dubbio si tratta di chi commercia armi a livello internazionale. Angelo Bonelli, co-portavoce di Europa Verde e parlamentare di Avs, in una nota ha denunciato il particolare caso dell’Italia, che negli ultimi anni ha visto impennarsi i profitti per l’export di armamenti.

«L’Italia è il paese che sta guadagnando di più dalle guerre in corso, infatti ha aumentato più’ di ogni altro paese le sue esportazioni di armi: 86% tra il 2019 e il 2023. Più della Francia, che è al secondo posto con +47 per cento, secondo l’ultimo report dello Stockholm International Peace Research Institute».

«Ed è vergognoso che il paese che importa più armi dal nostro paese sia proprio il Qatar, in uno scambio di armi per il gas che è moralmente riprovevole alla luce delle accuse che vedono armi fornite dal Qatar finire nelle mani di organizzazioni terroristiche come Hamas. Ma Giorgia Meloni, che ne dice di questa vergogna? Questo accordo evidenzia una doppia dipendenza nociva del nostro Paese: dai combustibili fossili e da regimi che non esitano a sfruttare il mercato delle armi per i propri fini ambigui, calpestando la vita e i diritti umani».

Leggi anche:  Il G7 stanzia 1.200 miliardi in spese militari: con una riduzione del 2,9% si eliminerebbe la fame dal mondo
Native

Articoli correlati