Lavrov dice che il piano di pace cinese sull'Ucraina è ragionevole
Top

Lavrov dice che il piano di pace cinese sull'Ucraina è ragionevole

Il ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov ha dichiarato che il piano di pace cinese sull'Ucraina è «ragionevole» e «il più chiaro» finora presentato.

Lavrov dice che il piano di pace cinese sull'Ucraina è ragionevole
Preroll

globalist Modifica articolo

4 Aprile 2024 - 16.43


ATF

Il ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov ha dichiarato che il piano di pace cinese sull’Ucraina è «ragionevole» e «il più chiaro» finora presentato. Lo riporta la Tass. «Continuiamo ad accogliere con favore le varie iniziative avanzate dai Paesi del Sud del mondo», ha affermato Lavrov parlando dei piani di pace avanzati dal Brasile e da alcuni Paesi africani. 

«E un certo numero di altri Paesi hanno avanzato le loro proposte, ma forse non così concrete e articolate. Il piano più chiaro è stato presentato dalla Cina l’anno scorso», ha detto Lavrov, che ha definito «ragionevole» il piano di Pechino. «La cosa più importante per noi è che il documento cinese si basa sull’analisi delle cause di ciò che sta accadendo e sulla necessità di eliminare queste cause», ha affermato il capo della diplomazia della Russia, le cui truppe hanno invaso l’Ucraina. 

Il problema è che il piano cinese sull’Ucraina è una semplice elencazione di principi generali che però non è tradotta in azioni concrete. Le regioni invase da Putin devono diventare russe o tornare all’Ucraina? I danni di guerra devono essere pagate dai russi o dagli ucraini? I russi devono restituire parte dei territori invasi o no? La Cina su questo non ha detto nulla.

Leggi anche:  La Russia dice che qualsiasi istruttore militare francese in Ucraina sarebbe un “obiettivo legittimo”

La conferenza in Svizzera

Eventuali futuri negoziati per porre fine ai combattimenti in Ucraina potranno avere successo solo se terranno conto degli interessi di Mosca. 

Lo ha detto il ministro degli Esteri russo, Sergey Lavrov, accusando gli alleati occidentali dell’Ucraina di essere attualmente impegnati in un massiccio blitz diplomatico per convincere il maggior numero possibile di Paesi del Sud globale a partecipare a un vertice di pace in Svizzera per discutere un potenziale piano di pace e raccogliere un più ampio sostegno internazionale a favore di Kiev. 

Qualsiasi colloquio di pace sarebbe una «inutile perdita di tempo» se non tenesse conto degli interessi di Mosca, ha affermato. Parlando con i giornalisti dopo un incontro con circa 70 ambasciatori stranieri a Mosca, Lavrov ha sostenuto che l’Occidente sta cercando di aumentare la partecipazione al ciclo di negoziati in Svizzera sostenendo che i partecipanti sarebbero liberi di discutere solo alcuni aspetti del piano di pace del presidente ucraino Volodymyr Zelensky, come i modi per garantire la sicurezza alimentare globale. 

Leggi anche:  La Russia dice che qualsiasi istruttore militare francese in Ucraina sarebbe un “obiettivo legittimo”

Lavrov ha descritto il tutto come uno stratagemma dell’Occidente per attirare i Paesi più esitanti del Sud globale e attrarre fino a 140 partecipanti, al fine di presentare la conferenza come una dimostrazione di sostegno schiacciante all’Ucraina in tutto il mondo.

Native

Articoli correlati