Gaza, l'Onu chiede di conservare le prove sulle fosse comuni scoperte negli ospedali Nasser e al-Shifa
Top

Gaza, l'Onu chiede di conservare le prove sulle fosse comuni scoperte negli ospedali Nasser e al-Shifa

L'Onu ha chiesto la conservazione delle prove dell'esistenza di fosse comuni nella Striscia di Gaza dopo che 390 corpi sono stati trovati in due diversi luoghi di sepoltura fuori dagli ospedali Nasser e al-Shifa.

Gaza, l'Onu chiede di conservare le prove sulle fosse comuni scoperte negli ospedali Nasser e al-Shifa
Bambini affamati a Gaza
Preroll

globalist Modifica articolo

26 Aprile 2024 - 14.50


ATF

L’Onu ha chiesto la conservazione delle prove dell’esistenza di fosse comuni nella Striscia di Gaza dopo che 390 corpi sono stati trovati in due diversi luoghi di sepoltura fuori dagli ospedali Nasser e al-Shifa.

L’esercito israeliano ha affermato che qualsiasi accenno alla sua responsabilità è “privo di fondamento” e “infondato” e che le tombe sono state “scavate dagli abitanti di Gaza” pochi mesi fa.

Il portavoce delle Nazioni Unite Stephane Dujarric ha affermato che “è importante che tutte le prove forensi siano ben conservate”.

In precedenza, gli Stati Uniti avevano chiesto “risposte” a Israele dopo che erano state trovate fosse comuni fuori da due ospedali nella Striscia di Gaza.

Nel frattempo, almeno cinque persone sono state uccise in seguito agli attacchi israeliani nella città di Rafah, nel sud di Gaza, hanno detto funzionari ospedalieri palestinesi.

Più della metà della popolazione di 2,3 milioni di abitanti del territorio ha cercato rifugio a Rafah, dove Israele conduce raid quasi quotidiani mentre si prepara all’offensiva nella città.

Leggi anche:  Da tutto il mondo la condanna della strage israeliana di Nuseirat: 274 palestinesi uccisi e 698 feriti

Nel centro di Gaza, quattro persone sono state uccise dal bombardamento dei carri armati israeliani.

Native

Articoli correlati