Spagna, Sánchez aiuta le famiglie povere e toglie l'Iva dai prodotti alimentari di base
Top

Spagna, Sánchez aiuta le famiglie povere e toglie l'Iva dai prodotti alimentari di base

Il Consiglio dei Ministri ha approvato un pacchetto di misure per alleviare gli effetti della guerra in Ucraina. Il presidente ha annunciato una riduzione dell'Iva per i prodotti alimentari che durerà sei mesi.

Spagna, Sánchez aiuta le famiglie povere e toglie l'Iva dai prodotti alimentari di base
Pedro Sánchez
Preroll

globalist Modifica articolo

28 Dicembre 2022 - 17.23


ATF

Con i soldi degli spagnoli non ha aiutato il Real Madrid o il Villareal o il Barcellona. Ma ha scelto altre strade.

Pedro Sánchez ha fatto il bilancio politico dell’anno a La Moncloa, subito dopo che l’ultimo Consiglio dei Ministri del 2022 ha approvato un pacchetto di misure per alleviare gli effetti della guerra in Ucraina. Il presidente ha annunciato una riduzione dell’Iva per i prodotti alimentari che durerà sei mesi.

I prodotti alimentari di base (pane, farina, latte, formaggio, uova, frutta, verdura, legumi, patate e cereali) non pagano l’Iva. L’Iva su olio e pasta scenderà dal 10 al 5%. Lo Stato manterrà il 30% delle sovvenzioni per il trasporto urbano e interurbano – come la metropolitana e gli autobus municipali – a condizione che le altre amministrazioni contribuiscano con un ulteriore 20%.

Anche gli attuali contratti di affitto saranno prorogati e gli inquilini saranno protetti dagli aumenti ingiustificati, una misura che durerà per sei mesi dalla scadenza del contratto. Inoltre, viene esteso il limite del 2% per l’aggiornamento degli affitti.

Leggi anche:  La Germania si arrende con onore alle "Furie rosse"

Il decreto prevede un assegno familiare per le famiglie vulnerabili. È stato deciso di dare una sovvenzione di 200 euro ai nuclei familiari con un reddito annuo inferiore a 27.000 euro. È stata inoltre eliminata la riduzione di 20 centesimi per litro di benzina, tranne che per gli autotrasportatori.

Native

Articoli correlati