L'Onu avverte Israele: "Le continue restrizioni sugli aiuti a Gaza possono diventare crimini di guerra"
Top

L'Onu avverte Israele: "Le continue restrizioni sugli aiuti a Gaza possono diventare crimini di guerra"

Jeremy Laurence, portavoce dell'ufficio per i diritti umani delle Nazioni Unite, afferma che Israele potrebbe commettere un crimine di guerra impedendo che arrivino aiuti sufficienti a Gaza.

L'Onu avverte Israele: "Le continue restrizioni sugli aiuti a Gaza possono diventare crimini di guerra"
Preroll

globalist Modifica articolo

19 Marzo 2024 - 12.11


ATF

Jeremy Laurence, portavoce dell’ufficio per i diritti umani delle Nazioni Unite, afferma che Israele potrebbe commettere un crimine di guerra impedendo che arrivino aiuti sufficienti a Gaza.

“La portata delle continue restrizioni israeliane sull’ingresso di aiuti a Gaza, insieme al modo in cui continua a condurre le ostilità, potrebbero equivalere all’uso della fame come metodo di guerra, il che è un crimine di guerra”, ha affermato Laurence.

La settimana scorsa, un rapporto del gruppo di beneficenza Oxfam ha scoperto che Israele stava usando la burocrazia per bloccare “sistematicamente” e deliberatamente” l’arrivo degli aiuti ai palestinesi di Gaza, anche se si diffondevano condizioni simili alla carestia.

Leggi anche:  A Gaza perpetrato uno sterminio: il rapporto Onu che inchioda Israele
Native

Articoli correlati